• Ascolto
    Ascolto

    "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali, ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale." art. 2 Cost.

  • Informazione
    Informazione

    "[I]Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. [II] La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento. [III] Sono assicurati ai non abbienti con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione. [IV] La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari." art.24 Cost.

  • Consulenza
    Consulenza

    "[I] La giustizia è amministrata in nome del popolo. [II] I giudici sono soggetti soltanto alla legge." art.101 Cost.
    "[I] Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge." art.23 Cost.

  • Assistenza
    Assistenza

    "[I]Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. [II] È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese." art.3 Cost.

Mediazione Conciliazione

Un’opera di ricerca insieme ai confliggenti di quello che per loro è il giusto mezzo ed una cultura che fa parte della nostra storia e della stessa storia del mondo.

In tutte le civilità, fin dai tempi più antichi, l’autorevolezza del saggio era ricercata per la migliore risoluzione di tutte le questioni, dalle più semplici e piccole alle più complesse.

Anche se più sono gli ambiti operativi di intervento, può affermarsi un concetto unitario dell’arte che riconosce il valore del conflitto, con il quale occorre coesistere e confrontarsi, e che può consentire il superamento della logica del vincitore e del perdente, per affermare come risultato possibile quella che entrambi i contendenti siano vincitori.

Educare e formare alla relazione costruttiva consente di apprezzare il valore della diversità, anche tra soggetti di differente nazionalità e cultura, e di percepire il conflitto come una risorsa nella vita, nella politica e nella giustizia.

 

Sempre dilaniato
Sempre dilaniato dal “doppio pensiero”:
questo male non voluto e voluto: conflitto e finzione che durano da una vita...” 
David Maria Turoldo, Ultime poesie (1991-1992) ed. Garzanti “Gli Elefanti”

 
vuoi saperne di più? clicca